Le origini, dall’anonimato alla polemica

Arnau de Vilanova è nato intorno al 1240. Il suo luogo di nascita è stato oggetto di discussione fin dal medioevo: Valencia, Catalogna, il Languedoc e la Provenza lo hanno rivendicato come loro figlio per secoli. Oggi non ci sono dubbi che fosse originario di uno dei regni della corona di Aragona, visto che le testimonianze contemporanee gli danno l’appellativo di “catalano”. La documentazione conservata mostra stretti legami di Arnau con la città di Valencia e, quindi, questo è il suo luogo di origine più probabile, nonostante una fonte successiva gli dia i natali a Villanueva de Jiloca, nel regno di Aragona.

Dei primi anni della sua vita non sappiamo granché. Secondo quanto lui stesso dice, sembra che abbia iniziato i suoi studi in un convento di Domenicani. Fu ammesso allo stato clericale (ordini minori) nella diocesi di Valencia, come dimostra il fatto che il Papa Clemente V lo nomini "clerico della diocesi di Valencia". È probabile che dagli arabi che restavano nel regno abbia imparato la lingua. A partire dal 1260 inizia a studiare medicina a Montpellier fino ad ottenere i titolo di magister. Approfitta del suo soggiorno a Montpellier per frequentare un semestre di teologia presso il convento dei Domenicani di questa città. Qui conosce sua moglie, Agnès Blasi, con la quale avrebbe avuto una figlia, Maria.

València

Illustrazione: Entrata di Giacomo I a Valencia dopo la conquista, pittura muraria del castello di Alcañiz. Arnau probabilmente cresce nella Valencia appena conquistata dagli arabi. Harca.org.

Campus d'excel·lència internacional U A B