Versioni in altre lingue

Versions a l'italià napolità

  1. Epistola ad priorissam de caritate (tra l’estate del 1305 e il 1308). L'originale catalano di questa opera è andato perduto. È un commento esegetico a 1 Co XIII,4-7, rivolto a una monaca. L'obiettivo dell’opera è definire la carità cristiana, rispetto all’amore fraterno. Le manifestazioni della carità permettono di identificare i veri cristiani, e in negativo, i falsari della dottrina di Gesù Cristo.
  2. De helemosina et sacrificio (entre 1309 i 1310). “Sull’elemosina e sul sacrificio” (tra il 1309 e il 1310). Opera dedicata principalmente a due temi: la superiorità della verginità rispetto al matrimonio e dell’elemosina rispetto allo stabilimento delle cappellanie. In una terza parte risponde ad alcune obiezioni che si potevano sollevare nella seconda. Di questa opera sono conservati anche quattro frammenti in catalano.
  3. Alia informatio beguinorum. Cf. Nº. 46.
  4. Per ciò che molti (successivo al De helemosina...). Riassunto di tutto quanto Arnau de Vilanova ha denunciato, visto che molti vogliono saperlo. Chi vuole ottenere la gloria del cielo, deve vivere nella carità, conformare tutta la sua esistenza secondo il modo di agire di Cristo, fare presente la sua croce. Le quattro braccia della croce rappresentano le virtù dell’umiltà, della giustizia, della pazienza e della carità.

Versioni in italiano toscano

  1. Epistola ad priorissam de caritate. Cf. núm. 49
  2. Lliçó de Narbona. Cf. Nº. 43.
  3. Per ciò che molti. Cf. Nº. 52.

Versioni in greco

  1. Allocutio super significatione nominis tetragrammaton. Cf. Nº 2.
  2. Alphabetum catholicorum sive de elementis catholicae fidei i Antilogíai katà tôn eireménon (darrera part de l'Alphabetum catholicorum). Cf. Nº 3.
  3. Philosophia catholica et divina. Cf. Nº 10.
  4. Eulogium de notitia verorum et pseudoapostolorum. Cf. Nº 15.
  5. De humilitate et patientia Iesu Christi “Sull’umiltà e la pazienza di Gesù Cristo” (degli ultimi anni della vita di Arnau). Quest’opera è stata scritta in catalano, ma si è conservata solo la versione in greco. È indirizzata a una monaca e spiega una visione avuta da un’altra monaca.
  6. Lliçó de Narbona. Cf. Nº 43.
  7. Ad priorissam, de caritate. Cf. Nº 49.
  8. Per ciò che molti. Cf. núm. 52.

Versioni al castigliano

  1. Alphabetum catholicorum sive de elementis catholicae fidei. Cf. Nº 3.
  2. De helemosina et sacrificio. Cf. Nº 50.

Athos

Il·lustració: Uno dei molti monasteri del monte Atos, in Grecia: forse la domanda che dei monachi di Athos fecero attraverso Arnau a Giacomo II per proteggere i loro monasteri dagli almogavari poteva spiegare l'origine delle traduzioni al greco di alcune delle sue opere spirituali (Origine: Wikimedia).

Campus d'excel·lència internacional U A B